Mary Poppins

mary poppins

mary poppins

Mary Poppins.JPG

George Banks, integerrimo banchiere di Londra, gestisce la propria casa come una banca pretendendo sempre che le cose funzionino perfettamente e che ci sia pace e serenità. Le improvvise dimissioni della governante dei due vivaci figlioli gettano casa Banks nella confusione.

Dubitando che la sbadata moglie sia in grado di trovare una sostituta efficiente, Banks fa pubblicare un annuncio sul “Times”; al contempo i suoi figli preparano una canzone nella quale descrivono la loro governante ideale. Il signor Banks, indispettito, ne straccia il testo gettandolo nel caminetto.

Il giorno dopo, alle ore 8 in punto, una lunga fila di nuove governanti attende di venir esaminata dal signor Banks. Ma un forte vento si alza improvviso che spazza via tutte le aspiranti: richiamata dalla bizzarra petizione dei due piccoli, arrivata fino a lei attraverso il camino, scende dal cielo una giovane dotata di poteri magici, la “supertata” Mary Poppins, la quale si presenta al padre e, dopo averlo sottoposto a una serie di domande, senz’attendere di essere a sua volta interrogata, gli comunica che metterà alla prova tutta la famiglia per una settimana, dopo di che deciderà se accettare o no il posto.

Durante il periodo di prova, con grande gioia dei due bambini, capitano ogni sorta di disavventure culminanti nel licenziamento del signor Banks. Paradossalmente in tale situazione ben presto la famiglia impara quale sia il giusto tono della quiete e della serenità: tutto si sistemerà nel migliore dei modi e Mary Poppins tornerà da dove è venuta.

 

0000000

58 Totoali 2 Oggi

admin

Ciao, sono il Proprietario del sito, Tempo fa scrissi un articolo in cui sostengo, dati alla mano, che la pirateria è del tutto sostenibile dal mercato delle Major. In due parole riassumo il senso: ci troviamo in un periodo di passaggio dal vecchio al nuovo sistema produttivo-distributivo. Questo significa riadattarsi in diversi modi, per trovare quello di successo. La pirateria è un atteggiamento del consumatore che esiste perché l' economia è reticente nella sua ripartenza...

Potrebbe interessarti anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>